Nuova infrastruttura cloud

Finalmente dopo alcuni mesi passati a progettare e a migrare ora siamo nella struttura cloud che volevamo.

Un po’ di cronistoria:

  • ChatMe nasce su un unico server dedicato con tutti i servizi gestiti da una sola macchina con risorse fisiche prestabilite e spesso molto sovradimensionate

Al fine di migliorare l’utilizzo delle risorse riuscendo a far fronte anche a picchi di traffico e grazie al crescente sviluppo delle strutture cloud circa un anno e mezzo fa si è deciso di migrare i servizi su un sistema cloud e subito sono stati chiari quali dovevano essere i requisiti:

  • scalabilità
  • IPv6
  • stabilità

Il primo passo è stato quello di migrare il server dedicato verso un’identica macchina virtuale che conteneva al suo interno tutta la precedente configurazione.

successivamente si è passati alla creazione delle macchine virtuali neccessarie per la gestione dei servizi più importanti, ad esempio: database, xmpp server, web server ecc…

Le macchine però erano tutte create con tecnologia qemu ossia emulavano in tutto e per tutto le macchine reali e richiedevano un riavvio per l’aumento delle risorse virtuali assegnate e questo si è rivelato non buono proprio per la natura real time di ChatMe.

Immaginate solo di dover riavviare il server xmpp con tutti gli utenti connessi per aumentarne la ram, disconessione degli utenti, interruzione del servizio, utenti inferoci e conseguente mancanza di stabilità dei servizi (ricordate era un requisito).

Finalmente dopo alcuni mesi di test si è trovata la soluzione, la tecnologia OpenVz et simila.

Questa tecnologia ci permette di modificare la ram, la cpu e altre risorse dei virtuali in tempo reale e senza dover riavviare nulla ma non solo ci permette di avere un minor uso delle risorse da parte delle macchine con conseguente miglioramentro delle performance.

Quello che faceva per noi…

Autore: Thomas

Mi occupo di informatica per un provider internet, nel tempo libero seguo il basket e ChatMe. Mi piace girare in bicicletta per il mio paese e per la campagna che lo circonda. Durante le ferie mi piace stare in montagna e passeggiare per i boschi.

Rispondi